Una Notte al Casual Sex Motel: Una Fantasia Erotica Per Tre

Un giovane che sta facendo una vacanza in auto deve fermarsi presso un motel perché il sonno gli impedisce di guidare più a lungo. Dwight si sveglia da un sonno profondo trovandosi del tutto nudo sul suo letto, con il pigiama tirato giù attorno alle caviglie e con la sua verga indurita preda delle attenzioni di due cameriere carine del motel. Le due prendono controllo su di lui, lo ammanettano al letto e usano il suo corpo per il loro piacere, scopandolo e succhiandolo in terzetto erotico che il ragazzo non dimenticherà mai.

Si tratta di un esplicito racconto erotico lungo circa 5400 parole. Contiene linguaggio esplicito e la materia è sessuale. Questo racconto è stato pensato esclusivamente per gli adulti che sono interessati a questo tipo di materiale per la visione in giurisdizioni in cui la sua vendita e godimento non violano le leggi locali.

Estratto:

Il sogno che prese a popolare la testa di Dwight era però un’altra cosa. Il suo cazzo duro veniva accarezzato da una donna bellissima, che teneva gli occhi fissi sulla sua erezione. Accarezzò delicatamente la grossa verga con la punta di un’unghia, facendo un sorriso beffardo quando il cazzo si contrasse forte al contatto dell’unghia con la pelle sensibile della cappella. L’immagine si ripetè più e più volte nella sua mente. Come un intruso, la luce del sole filtrò attraverso le tende a guastare il suo divertimento e Dwight svegliandosi sbadigliò, il ricordo del sogno fresco nella sua mente. Era stata una cosa così reale e man mano che la sua mente ritrovava lucidità, d’un tratto si rese conto che poteva ancora sentire la sensazione.

“Ma che cazzo…”, sillabò Dwight a se stesso e aprì gli occhi. Una donna gli sorrise e lui improvvisamente fu preso dal panico e si sedette verso la parte alta del letto. Il secondo “ma che cazzo” della serie gli uscì più forte quando lo disse, notando che i pantaloni del suo pigiama erano arrotolati intorno alle caviglie e si rese conto che non c’era una, ma due donne sedute sul suo letto, una per ciascun lato. “Come diavolo avete fatto a entrare qui?”, chiese Dwight, adesso completamente sveglio.

Le donne risero e si alzarono. “Servizio di pulizia”, ‘issero all’unisono. “Siamo qui per pulire la vostra stanza”.

“E avete pensato che il mio cazzo avrebbe potuto essere sporco e così avete deciso di cominciare da lì?”, esclamò Dwight.

Compralo su Amazon

Compralo su Barnes & Noble

Compralo su Smashwords

Compralo su Kobo



Leave a Reply

Share this Page

Like our content?  Share it with the world.

Facebook
Twitter
Google+
Pinterest
Linkedin0
DiggDigg0
Tumblr0
Stumbleupon0
Reddit0
Delicious0
E-mail
Blogger0