Primi Incontri Gay #9: Jonathan

first time gay 9 jonathan italian cover

La ragazza di Jonathan lo ha lasciato e ora lui ha persino perso il lavoro. Jonathan si sente come un perdente completo. E ora lo deve persino dire al suo coinquilino, Alan. L’idea che Alan lo guardi diversamente e che la cosa rovini l’amicizia che hanno sviluppato nel corso dell’ultimo anno lo infastidisce. Per cui, quando Alan si arrabbia e decide di evitare Jonathan quando, allo stesso tempo, promette di aiutarlo a superare il suo momento di crisi finanziaria, Jonathan decide di mettere a posto la situazione. Ma è davvero preparato a dare ad Alan ciò che vuole?

Questo è un racconto breve esplicito di circa 5,500 parole. Contiene linguaggio grafico e tematiche sessuali. È prodotto per adulti interessati a questo genere di materiale, per la lettura in luoghi dove la sua vendita non violi nessuna legge locale.

Estratto:

Alan lo fissò per un lungo momento. E poi improvvisamente gli fu davanti, tanto vicino a Jonathan che l’altro dovette inclinare la testa lievemente all’indietro per guardarlo in faccia. Aveva le mani sollevate, ferme, come se qualcuno avesse premuto il pulsante di pausa, a pochi centimetri dal volto di Jonathan. Era in attesa, come se si aspettasse che Jonathan si voltasse e scappasse via. Ma lui non lo fece. Non lo fece perché pensava di sapere che cosa volesse Alan. E stava cominciando a pensare di volerlo anche lui.

Jonathan sollevò una delle sue stesse mani, premendola con esitazione al centro del logo rosa della soda che adornava la maglietta di Alan. Qualcuno che fosse entrato in quel momento nella stanza avrebbe potuto pensare che stesse per spingere via Alan, ma quello era l’ultimo dei suoi pensieri. Sentiva il cuore di Alan che gli batteva forte sotto il palmo, sentiva il calore del suo corpo che saliva attraverso il sottile materiale della maglietta. E c’era dell’altro… l’odore della colonia di Alan, un profumo che gli era così familiare dopo tutto quel tempo passato a vivere insieme, ma che era lo stesso nuovo in una strana maniera, il vago bouquet del vino che gli emergeva dalla bocca, l’aroma salato e caldo della sua pelle. Era più consapevole di ogni centimetro di Alan in quel momento di quanto lo fosse mai stato di Amanda.

O di qualsiasi altra ragazza, se avesse dovuto dire la verità.

Non sapeva che cosa significasse. Non era certo di volerlo sapere. Aveva paura che se avesse analizzato le cose che gli stavano attraversando la mente avrebbe fatto un errore di cui si sarebbe pentito per il resto della sua vita.

Compralo su Amazon

Compralo su Barnes & Noble

Compralo su Kobo

Also from Smashwords, Google Play and Apple



Leave a Reply

Share this Page

Like our content?  Share it with the world.

Facebook
Twitter
Google+
Pinterest
Linkedin0
DiggDigg0
Tumblr0
Stumbleupon0
Reddit0
Delicious0
E-mail
Blogger0