Dilemma Carnale: La matrigna sexy

Ogni nuova giornata di Sam Harrell inizia con un’erezione, una cosa normale per un diciannovenne. Il problema è che è anche difficile farlo stare giù durante il giorno, dato che la sua nuova matrigna è focosa come l’inferno. Sam non si è mai nemmeno sognato di provarci, tuttavia questo non gli impedisce di fantasticare su di lei. Quando scopre che anche lei lo desidera, è assolutamente incapace di fare qualsiasi cosa ma si lascia assecondare… e si fa guidare da lei per tutto il percorso.

Questo è un racconto erotico esplicito di circa 5.400 parole. Contiene immagini vivide e argomenti sessuali. È destinato esclusivamente ad un pubblico adulto che sia interessato a questo tipo di materiale, per un uso consapevole nel rispetto delle leggi e senza violare alcuna norma locale vigente sul territorio dove viene venduto e utilizzato.

Estratto:

“Sam aveva quasi raggiunto l’angolo della casa, quando colse un movimento dietro una delle finestre e guardò dentro. Tutto il sangue che, nel girò di un’istante, arrivò a gonfiargli il cazzo, quasi lo fece svenire. Il corpo da favola di Emma giaceva di fronte a lui, i suoi seni si scuotevano, i suoi capezzoli erano duri, e meglio di tutto, si stava infilando un grande dildo dentro e fuori della sua figa. Era come se una sua fantasia personale stesse diventando realtà. Sam si spostò verso un lato della finestra e lasciò scicolare i pantaloncini intorno alle caviglie. Si afferrò il cazzo con la mano e cominciò a scappellarlo lentamente davanti allo spettacolo che stava svolgendosi davanti ai suoi occhi.

Emma cominciò ad avvicinarsi al climax, le gambe divaricate al massimo, i colpi del dildo si fecero sempre più forti e più lenti, più profondi. Spinse verso il basso il dildo e in su con i fianchi, tenendo il cazzo color carne contro la sua cervice, un grido involontario fuggì dalle sue labbra. “Sam …” fu tutto quello che disse.

Sam si stava masturbando sempre più forte e veloce, il suo entusiasmo spinto al massimo dal totale abbandono di Emma. Era affascinato dal cazzo di lattice che penetrava la sua bella figa depilata. Non sapeva perché ma, la vista della sua vagina rasata, lo eccitava molto. I suoi occhi si spostarono alle sue labbra carnose e vide che era senza fiato. I suoi occhi si spalancarono mentre veniva e lui avrebbe potuto giurare che la sua bocca avesse formato il suo nome. Improvvisamente, il suo sperma cominciò a spruzzare sui mattoni della parete posteriore della casa.”

Compralo su Amazon

Compralo su Barnes & Noble

Compralo su Smashwords

Compralo su Kobo



Leave a Reply

Share this Page

Like our content?  Share it with the world.

Facebook
Twitter
Google+
Pinterest
Linkedin0
DiggDigg0
Tumblr0
Stumbleupon0
Reddit0
Delicious0
E-mail
Blogger0