Caccia all’uomo: Una Fantasia da Dominatrice BDSM

Chloe è una padrona che si è messa in caccia sulle orme di uno schiavo maschio perfetto. Ne aveva formato molti e amava farlo, ma adesso i suoi giorni dedicati alla formazione erano finiti. Voleva farsi una vista con uno schiavo che conoscesse le regole e le corde. Si mise a pensare a Lucas e avrebbe voluto che potesse essere lui, ma dato che non era possibile, doveva organizzarsi per trovare quello perfetto che avrebbe preso cura di ogni sua necessità. La sua prima fermata sarebbe stata Bucarest e il Club Iron. Fortunatamente per lei, il proprietario è un’amica e le fa sapere che in verità avevano programmato un’asta per la notte successiva. Sarebbe riuscita Chloe a trovare il suo schiavo perfetto?

Si tratta di un racconto breve a tinte esplicite di circa 10.300 parole. Contiene al suo interno linguaggio grafico e temi sessuali. Si rivolge ad adulti che sono interessati a questo tipo di materiale per la fruizione in sistemi legali dove la vendita e il suo godimento non violano alcuna legge.

Stralcio:

Claudia gettò indietro la testa, batté le mani e rise. “Oh, Chloe Mi sei mancata. Continua così. Sembra che il nostro Price qui pensi di essere un uomo e di riuscire a soddisfare anche la Padrona più severa. Il piccolo verme l’ha anche detto la notte scorsa a un altro schiavo qui nel mio club! Sì. L’ho rilevato la scorsa estate, dovevo esserne la proprietaria. La mia abitazione è al piano di sopra.” disse Claudia.

Chloe era in piedi di fronte a Price, mise la mano sul suo mento e gli alzò il viso in modo che lui potesse fissarla nei suoi occhi verdi. Sorrise e disse: “E’ vero? Pensi di potermi compiacere con quel piccolo cazzo? Non  ti darò nemmeno questa possibilità, ma vedrò cosa riesci a fare con la lingua. Dopo tutto, deve essere più grande del tuo cazzo. Tira fuori la lingua, fammi dare un’occhiata.” Ordinò Chloe. Price tirò fuori la lingua, e Chloe guardò il suo cazzo, poi di nuovo il suo volto. Si rivolse a Claudia e disse: “La sua lingua è molto più grande. Per il suo bene mi auguro che sappia come adoperarla” e, afferratagli la lingua come un guinzaglio, la adoperò per trascinarlo verso il divano.

Compralo su Amazon

Compralo su Barnes & Noble

Compralo su Smashwords

Compralo su Kobo



Leave a Reply

Share this Page

Like our content?  Share it with the world.

Facebook
Twitter
Google+
Pinterest
Linkedin0
DiggDigg0
Tumblr0
Stumbleupon0
Reddit0
Delicious0
E-mail
Blogger0